bes – sostegno


INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI: PSICOFISICI, NON VEDENTI E NON UDENTI.

La scuola secondaria di via Nocetta, da oltre 25 anni,  si caratterizza anche per l’azione educativa e didattica rivolta ad alunni “diversamente disabili”, che si basa su un rapporto sinergico tra famiglia, docenti specializzati di sostegno, docenti curriculari e istituzioni.
Finalità principale dell’azione educativa è l’armonico sviluppo della personalità di ogni alunno e la sua effettiva inclusione e integrazione nella comunità scolastica e nella realtà socio-ambientale. A tal fine si elaborano piani educativi individualizzati in collaborazione con i servizi specialistici del territorio per favorire lo sviluppo delle potenzialità delle persone nella comunicazione, nella relazione e nell’apprendimento. Inoltre, sono stati creati ambienti e percorsi didattici adatti a qualsiasi tipo di disabilità, dove operano docenti specializzati sia di sostegno che curricolari, coadiuvati da assistenti forniti dagli Enti locali (AEC).

Le linee guida che costituiscono l’asse didattico dei PEI per gli alunni diversamente abili sono i seguenti:

  • impostazione del lavoro prevalentemente in classe, fin dove è possibile, con semplificazione contestuale degli argomenti disciplinari;
  • unità didattiche di apprendimento individualizzate da svolgersi in classe, in laboratorio o in altro luogo idoneo;
  • attività di laboratorio (nel triennio), tra cui:
    –  laboratorio di informatica: materiali e testi specifici; software didattici specifici; sintesi vocale;  interfaccia con Internet;
    – 
     laboratorio di musica: composizione di un coro, studio di uno strumento musicale.

In ottemperanza alla legge 104 del 5/02/1992, vengono attivati i seguenti gruppi di lavoro, ed entrambi si riuniscono due volte l’anno:

G.L.H.O. – Gruppo Lavoro Handicap Operativo (uno per ogni ragazzo diversamente abile)
È presieduto dal Dirigente scolastico o in sua vece da un suo delegato, partecipano i familiari, l’equipe psicopedagogica, l’insegnante di sostegno, il coordinatore della classe, il personale AEC e l’assistente alla comunicazione se presenti.
I GLHO hanno il compito di:
– elaborare il profilo dinamico funzionale (PDF)
– elaborare il Piano Educativo Individualizzato (PEI)
– verificare in itinere i risultati e, se necessario, modificare il PEI

G.L.H.I. – Gruppo Lavoro Handicap per l’Inclusione (uno per tutta l’istituzione scolastica)
È  presieduto dal Dirigente scolastico, partecipano un rappresentante dei genitori, il referente del sostegno, i referenti terapeutici istituzionali, un rappresentante dei servizi sociali, un rappresentante della cooperativa degli AEC, alcuni membri del consiglio di istituto.
Il GLI ha il compito di:
– collaborare alla definizione del progetto di istituto per la parte relativa all’integrazione scolastica
–  formulare una proposta complessiva per una efficace  collocazione delle risorse
– verificare in itinere le iniziative di sostegno programmate dalla scuola
– elaborare progetti specifici
– verificare gli interventi al termine dell’anno scolastico, elaborare un piano per l’anno successivo.